domenica 8 dicembre 2019

Confessioni di un utilizzatore di steroidi Parte3:

La pillola magica per dimagrire

di John Rodriguez
“Hai un dimagrante?”. Questa è una domanda che molti bodybuilder sentono prima del periodo estivo perché i bodybuilder tendono ad avere accesso agli steroidi. Il falso concetto che alcuni steroidi fanno dimagrire non è nuovo. Quello che la maggior parte delle persone non capisce è la realtà del dimagrire.

Dato che non uso farmaci e lo faccio da cinque anni, un dimagrante è per me fuori questione però ho molta esperienza nel settore, quindi lasciatemi smontare il mito prima di parlare delle verità del dimagrire senza farmaci.

Gli steroidi come l’Anavar e il Primobolan hanno un alto rapporto anabolico-androgeno, ciò significa che hanno una formula che si concentra molto sulla costruzione muscolare e poco sullo sviluppo delle caratteristiche mascoline. In questo modo gli effetti collaterali sono ridotti: c’è poca o zero ritenzione idrica, poco o zero blocco della produzione naturale di testosterone, poca o zero aggressività e così via. Non sbagliatevi però, gli steroidi androgeni, essendo derivati del testosterone, sono molto androgeni e molto anabolici. Sono molto più potenti di un farmaco con poche proprietà androgene; comunque, il loro rapporto anabolico-androgeno tende a essere più bilanciato.

Gli utilizzatori di steroidi nella media possono scegliere di passare da un ciclo con uno steroide molto anabolico e androgeno al ciclo sopraddetto molto anabolico e poco androgeno per dimagrire. Ecco dove inizia l’inganno e dove vengono dati meriti non dovuti.

Gli utilizzatori fanno molte cose quando passano a una fase di dimagrimento: aumentano o inseriscono l’allenamento cardiovascolare, riducono le calorie, aggiungono uno stimolante brucia grassi e cominciano un nuovo ciclo composto soprattutto da steroidi anabolizzanti. Probabilmente aggiungono anche il sempre popolare ma comunque inutile protocollo di allenamento con un alto numero di ripetizioni per la definizione.

Fatta eccezione per l’allenamento con un alto numero di ripetizioni, si tratta di una buona strategia ma il dimagrante, ovvero il farmaco o farmaci del ciclo di definizione si prenderanno i meriti per qualsiasi progresso.
Come ho detto, gli steroidi più androgeni hanno qualche effetto collaterale. Quando gli steroidi androgeni aromatizzano, ovvero si convertono, cosa che fanno in molti modi diversi, si ottengono estrogeni e DHT. Gli estrogeni producono accumulo d’acqua sottocutaneo oltre all’accumulo d’acqua intramuscolare.

Adesso immaginatevi un bodybuilder che segue una dieta di dimagrimento, fa il suo allenamento cardiovascolare e come risultato arriva al 5% di grasso corporeo però non è passato dagli steroidi principalmente androgeni a quelli più anabolici. Potrebbe trattenere molti chilogrammi di acqua sottocutanea. Essendo un agonista esperto, cambia regime qualche settimana prima della gara, perdere 3 kg di acqua nel corso di un paio di settimane e in pedana ha un aspetto scolpito. L’acqua sottocutanea aveva oscurato la sua separazione.
Vedo questo tipo perdere 3 kg e passare da magro a scolpito, anch’io voglio quello che ha preso lui! È nato il mito del dimagrante. In realtà è nato un equivoco (non fraintendetemi, ci sono molti farmaci che facilitano la perdita del grasso corporeo ma sono molto diversi da quelli che i bodybuilder considerano farmaci dimagranti).
Adesso, studiamo la realtà del dimagrire per l’estate, per una gara o per il gusto di farlo, e facciamolo senza farmaci.

Aerobica: Introducete gradualmente il lavoro cardiovascolare a bassa intensità in momenti strategici. Sarà il vostro punto di partenza per la perdita del grasso. Per esempio, la mattina presto è il momento migliore per eseguire l’allenamento cardiovascolare. Il metabolismo è lento per essere stato in stand-by per 6-8 ore durante il sonno, quindi una sessione al mattino presto vi sarà molto utile. Inoltre, i livelli glicemici sono bassi e ciò contribuisce a un rapido consumo dei grassi. Non è come a metà giornata, quando la glicemia è più alta perché avete mangiato.

Consiglio una piccola porzione di proteine o amminoacidi ramificati (BCAA) assunta con un brucia grassi prima di cominciare la sessione aerobica del mattino. Il brucia grassi aiuterà ad aumentare il metabolismo e a mobilitare gli acidi grassi per produrre energia mentre le proteine, i BCAA, funzioneranno da anticatabolico, alimentando i muscoli e proteggendoli dalla catabolizzazione per produrre energia durante la sessione aerobica.
Cominciate con 10 minuti, 3 volte alla settimana e aumentate fino a sessioni di 20-30 minuti 4-5 giorni alla settimana. Ricordatevi di usare un’intensità bassa. Fate sessioni lunghe piuttosto che dure. Bruciate grasso, non muscolo!

Dieta. Presumendo che seguiate già una dieta tipica per il bodybuilding con calorie moderatamente alte e pasti multipli, dovete cominciare a tirare la cinghia. Dovete ancora mangiare 5 o 6 pasti ricchi di proteine al giorno ma non devono essere molto grandi. Ricordatevi che 2 o 3 pazzie possono annullare i vostri sforzi per bruciare i grassi, quindi seguite la dieta senza divagazioni.

Ripeto, state seguendo una dieta per il bodybuilding, quindi il livello proteico è alto, almeno 2,2 g per chilogrammo di peso corporeo, e i grassi sono intorno al 20% del totale calorico, quindi i carboidrati agiscono da innesco. Ridurre i carboidrati mette in moto i processi metabolici necessari affinché il corpo trasformi il grasso corporeo in carburante. Visualizzate questa cosa: i carboidrati sono la fonte energetica principale e il grasso corporeo è la fonte energetica di riserva. Alla fine, dopo aver perso qualche colpo, il corpo cambia serbatoio, da quello principale alla riserva. Il passaggio è stimolato attraverso una dieta con meno carboidrati e/o creando un deficit calorico attraverso l’allenamento.

Potete proteggere il muscolo ed evitare l’adattamento alla riduzione dei carboidrati variandoli di giorno in giorno. Il defunto Andreas Munzer usava due regimi calorici diversi che alternava di giorno in giorno. Per esempio, mangiava 500 g di carboidrati nei giorni 1, 3 e 5 e 300 g di carboidrati nei giorni 2, 4 e 6.

Brucia grassi. Usare un buon brucia grassi è un grosso vantaggio, specialmente quando si aumenta il lavoro cardiovascolare e si riducono le calorie. Con un prodotto a base di efedrina il vantaggio è doppio.
Primo, l’efedrina funziona bene insieme alla caffeina e ad altre sostanze per accelerare il metabolismo e liberare gli acidi grassi per produrre energia. Secondo, l’efedrina ha delle proprietà anticataboliche che salvaguardano la massa muscolare magra durante la dieta di dimagrimento e l’incremento del lavoro cardiovascolare.

Allenamento. Non prendete nemmeno in considerazione l’assolutamente inutile implementazione dell’allenamento con un alto numero di ripetizione per la definizione. Facendolo vi sparerete sui piedi.

Dovete continuare ad allenarvi con l’intento di aumentare il carico e le ripetizioni per gli esercizi. Dovete sforzarvi di aumentare la massa muscolare. La resistenza progressiva deve restare un obiettivo costante. Non guadagnerete molto velocemente e potreste anche arrivare a uno stop ma dovete continuare a spingere. Ecco perché.
Più massa muscolare avete e più calorie bruciate: la massa magra è il vostro metabolismo. L’alto numero di ripetizioni ridurrà la massa muscolare a causa della sua incapacità di stimolare la crescita e la sua incapacità di sforzare il corpo per mantenere quello che avete già conquistato. Di conseguenza, il metabolismo rallenta e un ritmo metabolico più basso lavora contro i vostri obiettivi: state cercando di stimolare il metabolismo, non di rallentarlo.

Anche se non fossi un atleta natural, un anabolizzante sarebbe l’ultima opzione per quanto riguarda il dimagrimento. Per la maggior parte degli atleti l’anabolizzante servirebbe soltanto a correggere pratiche di dieta e di allenamento sbagliate.

Allenatevi duramente e in modo intelligente. Questa è la vera pillola magica!

N.d.D., Qualsiasi informazione data in questa rubrica è da intendersi solo come informazione generale e non vuole rappresentare in alcun modo consiglio medico. Consultate sempre il vostro medico prima di intraprendere qualsiasi attività fisica, dieta o programma di integrazione dietetica.

Nessun commento:

Posta un commento